Ultrasuonoterapia

L'ultrasuonoterapia è una terapia che attraverso l’irradiazione ultrasonora, genera molteplici effetti: un effetto simile a un micro-massaggio, un effetto termico (scaldando in profondità) e un effetto metabolico.

Queste azioni fanno sì che vengano agevolati gli scambi cellulari e intracellulari.

Il trattamento con ultrasuoni può essere effettuato in due modi diversi:

  • DIRETTO, il quale risulta essere il metodo più usato, in cui si applica un gel conduttivo sulla testina dell'apparecchio e sulla zona da trattare. Quindi, si sposta la testina con movimento di tipo rotatorio lento.
  • INDIRETTO, il quale si esegue in acqua.

In questo caso l'effetto terapeutico si esplica immergendo la testina dell'apparecchio e la zona da trattare in una bacinella con acqua tiepida, ciò fa sì che dell'onda ultrasonica venga trasmessa nell'acqua e arrivi a tutti i tessuti. Si tratta di un metodo meno comune ma di grande utilità  nel caso in cui si debbano trattare zone irregolari e difficili da trattare direttamente, come per esempio malleoli, gomiti e mani. 

Gli Ultrasuoni, dunque, hanno effetti antalgici (per combattere il dolore), miorilassanti (decontratturante sui muscoli), drenanti ( per le zone più gonfie), biostimolanti a livello cellulare e riducono le aderenze dei tessuti.

Le principali indicazioni terapeutiche sono :

  • Tendiniti
  • Borsiti
  • Coccigodinie
  • Capsuliti
  • Morbo di Duplay
  • Artrosi
  • Morbo di Dupuytren
  • Ematomi organizzati
  • Tessuti cicatriziali
  • Contratture muscolari